Descrizione progetto

DENOMINAZIONE: Vino Spumante di Qualità del tipo aromatico – dolce

TIPO DI UVA: 100% Moscato bianco di Canelli

GRADO ALCOLICO: 7% vol

TIPOLOGIA DEL TERRENO: collinare, calcareo-sabbioso

TECNICA DI COLTIVAZIONE: uve da agricoltura biologica coltivate con il massimo rispetto dell’ambiente senza impiego di erbicidi, concimi chimici e prodotti di sintesi, certificato ICEA cod. op. I123

VENDEMMIA E VINIFICAZIONE
A settembre, la vendemmia manuale permette di selezionare i grappoli migliori e con la perfetta maturazione. L’uva diraspata e pigiata, rimanendo a contatto delle bucce, macera a freddo per alcune ore estraendo gli aromi primari tipici del vitigno. Il mosto estratto con pressatura soffice decanta a freddo, immediatamente filtrato, refrigerato e stoccato in vasca fino al momento della fermentazione che verrà in autoclave Metodo Martinotti (Charmat) a bassa temperatura. La fermentazione avviene lentamente fino allo svolgimento di 7,0-7,5 gradi di alcool, dopo di che viene interrotta mediante raffreddamento. All’imbottigliamento la filtrazione sterile trattiene i lieviti , ad impedire riprese fermentative del prodotto.

AFFINAMENTO
Consumare questo vino giovane e fresco.

“L’ENOLOGO DICE…”
Alla vista appare giallo paglierino brillante con riflessi dorati. Il perlage è fine, vivace e persistente.
Profumo: intensamente aromatico, con la tipica fragranza delle uve moscato di pesca gialla, albicocca matura con note di acacia e tiglio. Sapore: dolce e armonico, con un buon equilibrio fra l’acidità e gli zuccheri.

IL VINO E LA CUCINA.
Gradevolissimo nei fuori pasto. Il Moscato Rovero si accompagna bene a dessert, dolci lievitati, piccola pasticceria e frutta come fichi e melone. Sono suggeriti abbinamenti con cibi salati tipo formaggi freschi o semistagionati con gusti delicati. Temperatura di servizio 8 – 10 °C